Press Review

Roberto Trotta a Buongiorno Regione
Rai FVG - Buongiorno Regione

Roberto Trotta spiega cosa è l'intelligenza artificiale.

Guarda il servizio (da 20:50)

Roberto Trotta a Buongiorno Regione
Rai FVG - Buongiorno Regione web

Roberto Trotta spiega cosa è l'intelligenza artificiale.

Guarda il servizio (da 20:50)

Davide Crepaldi a Buongiorno Regione
Rai FVG - Buongiorno Regione web

Davide Crepaldi  spiega se e come la digitalizzazione sta modificando il nostro cervello.

Guarda il servizio (da 20:15)

Davide Crepaldi a Buongiorno Regione
Rai FVG - Buongiorno Regione

Davide Crepaldi  spiega se e come la digitalizzazione sta modificando il nostro cervello.

Guarda il servizio (da 20:15)

‘Starborn’ Review: Burning Brightly
Wall Street Journal

During the Ice Age, our ancestors in northern latitudes learned to develop tools and clothe themselves against the cold. Fashioned from animal bones, the eyed sewing needle could be used to stitch hides and furs into clothing, shoes, bags and tents. Such tools helped Homo sapiens outlast our cousins, Homo neanderthalensis, who went extinct about 40,000 years ago. Sapiens, as the theoretical physicist Roberto Trotta calls us, persisted because of our cognitive advantage.

Divulgatori, raccontiamo i processi
Scienza in Rete

Come la comunicazione scientifica può contribuire alla costruzione di una cittadinanza scientifica? Ruggero Rollini propone due approcci: il racconto del processo scientifico e il racconto del processo divulgativo, suggerendo come possano integrarsi per promuovere una migliore comprensione e partecipazione nella scienza.

https://www.scienzainrete.it/articolo/divulgatori-raccontiamo-processi/ruggero-rollini/2024-02-01

I farmaci che curano e ridefiniscono l'obesità
MIND

L' obesità interessa centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, che possono avere complicazioni di salute e un peggioramento complessivo della qualità di vita, anche nei suoi aspetti psichici. Dieta e attività fisica sono fondamentali per contrastarla, ma spesso non bastano, e oggi una nuova classe di farmaci Ozempic è il nome del più famoso, nominato da «Science», insieme a Wegovy, che ha lo stesso principio attivo, scoperta scientifica dell'anno nel 2023 in grado di influire sui centri cerebrali che controllano i comportamenti alimentari suscita nuove speranze e, insieme, nuove preoccupazioni.

In edicola

Sissa nella Missione LISA alla ricerca di onde gravitazionali, lancio di tre satelliti nel 2035 in orbita
Trieste cafe

Il Comitato del Programma Scientifico dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha approvato formalmente la missione Laser Interferometer Space Antenna (LISA), che nel 2035 lancerà in orbita tre satelliti alla ricerca delle onde gravitazionali nello spazio, e nel cui consorzio internazionale figura anche la SISSA di Trieste. Il passaggio, formalmente detto "adozione", autorizza la costruzione di strumenti e navicelle spaziali, per cui l'Agenzia Spaziale Italiana avrà un ruolo fondamentale.

https://www.triestecafe.it/it/news/cronaca/sissa-nella-missione-lisa-alla-ricerca-di-onde-gravitazionali-lancio-di-tre-satelliti-nel.html

 

 

C'è anche Trieste nella missione LISA alla ricerca di onde gravitazionali
ANSA

Il Comitato del Programma Scientifico dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha approvato formalmente la missione Laser Interferometer Space Antenna (LISA), che nel 2035 lancerà in orbita tre satelliti alla ricerca delle onde gravitazionali nello spazio, e nel cui consorzio internazionale figura anche la SISSA di Trieste. Il passaggio, formalmente detto "adozione", autorizza la costruzione di strumenti e navicelle spaziali, per cui l'Agenzia Spaziale Italiana avrà un ruolo fondamentale.

https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2024/01/30/ce-anche-trieste-nella-missione-lisa-alla-ricerca-di-onde-gravitazionali_fedfd3bc-19f2-4cd2-8aca-1762cdc518e7.html

E alla fine Neuralink ce l'ha fatta: primo chip in un cervello umano

E alla fine ci siamo arrivati: un chip Neuralink è stato impiantato per la prima volta nel cervello di un essere umano.
Il paziente «si sta riprendendo bene. I risultati iniziali mostrano un promettente rilevamento dei picchi di neuroni» ha detto Elon Musk, fondatore nel 2016 dell'azienda che si occupa di tecnologie di interfaccia cervello-computer.

Quanto ai risultati, comunicati con annunci sui social, hanno spesso sollevato polemiche e clamori. «Non vedo ingredienti per la rivoluzione del mondo, vedo piuttosto ingredienti per un po' di progresso tecnologico, che certamente può fare del bene a un gruppo di persone, e ben venga» ha commentato dall'Italia Davide Crepaldi, professore alla SISSA, dove coordina il gruppo di Neuroscienze cognitive.

Neuralink, chip di Musk nel cervello. I pochi controlli preoccupano la SISSA
Trieste All News

Non vi sono, in sostanza, sufficienti elementi sui quali poter giudicare se il Neuralink di Elon Musk rappresenti un’inedita rivoluzione o solo un semplice miglioramento tecnologico. Questo il giudizio circospetto della SISSA di Trieste a proposito dell’operazione con la quale la società di Musk responsabile delle comunicazioni tra cervello e computer ha l’altro ieri installato un chip nel cervello di un uomo. Musk ha infatti comunicato come l’operazione sia stata effettuata senza complicazioni, ma come saranno necessari diversi mesi onde disporre dei primi dati ufficiali. Gli elettrodi di Neuralink sono di piccole dimensioni, inseribili nel cervello senza essere eccessivamente invasivi; 

https://www.triesteallnews.it/2024/01/neuralink-chip-di-musk-nel-cervello-i-pochi-controlli-preoccupano-la-sissa/

Sissa in the LISA Mission in search of gravitational waves
Global Happenings

The Scientific Program Committee of the European Space Agency (ESA) has formally approved the Laser Interferometer Space Antenna (LISA) mission, which in 2035 will launch three satellites into orbit to search for gravitational waves in space, and whose international consortium also includes SISSA of Trieste.

https://globalhappenings.com/technology/470656.html

Crepaldi (SISSA), con Neuralink non vedo una rivoluzione

Non vedo ingredienti per la rivoluzione del mondo, vedo piuttosto ingredienti per un po' di progresso tecnologico, che certamente può fare del bene a un gruppo di persone, e ben venga, a patto però che la ricerca ritorni nell'alveo delle regole della scienza, cioè all'interno della comunità scientifica" dove ci sono checks e pubblicazioni, tra gli 'amici critici'", garanzia di controllo che la finalità sia il bene comune. E' il commento di Davide Crepaldi, professore alla SISSA, dove coordina il gruppo di Neuroscienze Cognitive, alle notizie sul Neuralink di Elon Musk. Dunque, "cautela. Senza pubblicazioni ogni valutazione è prematura".

https://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2024/01/30/crepaldi-sissa-con-neuralink-non-vedo-una-rivoluzione_a4318a43-346f-4ac1-b3db-5de276f01efd.html

Sissa in the LISA Mission in search of gravitational waves
Newsrnd

The Scientific Program Committee of the European Space Agency (ESA) has formally approved the Laser Interferometer Space Antenna (LISA) mission, which in 2035 will launch three satellites into orbit to search for gravitational waves in space, and whose international consortium also includes SISSA of Trieste.

https://newsrnd.com/news/2024-01-30-sissa-in-the-lisa-mission-in-search-of-gravitational-waves---news.SkMwSy58qp.html

Crepaldi (SISSA), con Neuralink non vedo una rivoluzione

Non vedo ingredienti per la rivoluzione del mondo, vedo piuttosto ingredienti per un po' di progresso tecnologico, che certamente può fare del bene a un gruppo di persone, e ben venga, a patto però che la ricerca ritorni nell'alveo delle regole della scienza, cioè all'interno della comunità scientifica" dove ci sono checks e pubblicazioni, tra gli 'amici critici'", garanzia di controllo che la finalità sia il bene comune. E' il commento di Davide Crepaldi, professore alla SISSA, dove coordina il gruppo di Neuroscienze Cognitive, alle notizie sul Neuralink di Elon Musk. Dunque, "cautela. Senza pubblicazioni ogni valutazione è prematura".

https://tuttonotizie.net/2024/01/31/crepaldi-sissa-con-neuralink-non-vedo-una-rivoluzione/

Start up, Friuli Venezia Giulia in controtendenza. Investimenti più che raddoppiati nel 2023
Trieste All News

L'elevata concentrazione di enti scientifici e istituzioni internazionali a Trieste, coniugati con un entroterra friulano ancora ricco di manifatture, rappresenta uno dei pochi esempi di una Regione italiana propensa al fenomeno delle start up . Se infatti queste sono ormai una vecchia realtà negli Stati Uniti e in molti paesi europei (Francia e Germania docet), l'Italia ha tradizionalmente sempre faticato ad affermarsi in quest'ambito. Il Friuli Venezia Giulia, proprio per quelle peculiarità che la distinguono dal territorio italiano, presenta invece un caso studio opposto. Un nuovo rapporto Ernst & Young ha confermato come la Regione sia tra le poche in controtendenza nel campo degli investimento per le start up; se erano 17 milioni nel , l'anno scorso si è giunti a ben ; praticamente un raddoppio, mentre nel resto dell'Italia gli investimenti al contrario si dimezzano con un calo di interesse e un fuggi-fuggi degli investitori. Facciamo allora qualche nome: c'è ad esempio Aindo , attiva nella gestione dei dati sintetici per le intelligenze artificiali e Picosats , start up leader per i microsatelliti. Nel primo caso Aindo è nata da un gruppo di scienziati della SISSA; il suo compito è di creare database di dati inesistenti, onde 'allenare' le intelligenze artificiali.

https://www.triesteallnews.it/2024/01/start-up-friuli-venezia-giulia-in-controtendenza-investimenti-piu-che-raddoppiati-nel-2023/

Una riminese tra le scienziate top: é l'astrofisica Elena Pian
Il Resto del Carlino

C'è anche una riminese nella top 500 mondiale stilata dal portale Research.com e dedicata alle migliori scienziate. Si tratta dell'astrofisica Elena Pian, nata a Rimini ma da anni trasferita a Bologna. E' stata premiata con altre quattro colleghe attive in Emilia Romagna, dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, nella sede del Cnr di Bologna. Pian si è laureata nel 1990 in fisica all'Università di Bologna e ha ottenuto il dottorato in astrofisica nel 1994 frequentando la Scuola Internazionale Superiore di Studi avanzati di Trieste con una tesi sulla variabilità a più frequenze dei nuclei di galassie attive dotate di potenti getti radio.

https://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/una-riminese-tra-le-scienziate-top-e-lastrofisica-elena-pian-58ecbef8

La Regione premia 5 scienziate: c'è anche una riminese nella top 500 di Research.com
Chiamamicitta

Donne e scienza, un rapporto difficile? I pregiudizi esistono, e resistono, ma in Emilia-Romagna vivono e operano cinque scienziate, un'epidemiologa e quattro astrofisiche, che dimostrano l'esatto contrario. A tal punto da spiccare tra le top 500 al mondo nella classifica 2023 della piattaforma Research.com, sulle migliori scienziate donne. Sono Eva Negri , epidemiologa, e le quattro astrofisiche Lucia Pozzetti Marcella Brusa Elena Pian ed Elena Zucca

Dopo Leonardo e Lisa, in arrivo il primo computer quantistico al Tecnopolo di Bologna
Start Magazine

Non solo il supercomputer Leonardo è a pieno regime, entro giugno previsto l'upgrade col sistema Lisa e a fine anno arriverà il computer quantistico. Tutti i progetti al Tecnopolo i Bologna. Questo è l'anno del primo computer quantistico d'Italia. Era novembre 2022 quando fu inaugurato Leonardo, il supercomputer da 240 milioni di euro, oggi sesta macchina al mondo per potenza di calcolo, ma seconda per applicazioni di intelligenza artificiale (la prima in Europa) installato nel data center di Cineca al Tecnopolo di Bologna. 

https://www.startmag.it/innovazione/dopo-leonardo-e-lisa-in-arrivo-il-primo-computer-quantistico-al-tecnopolo-di-bologna/

Una riminese tra le scienziate top: é l'astrofisica Elena Pian
Il Resto del Carlino (ed. Forlì)

C'è anche una riminese nella top 500 mondiale stilata dal portale Research.com e dedicata alle migliori scienziate. Si tratta dell'astrofisica Elena Pian, nata a Rimini ma da anni trasferita a Bologna. E' stata premiata con altre quattro colleghe attive in Emilia Romagna, dal presidente della Regione Stefano Bonaccini, nella sede del Cnr di Bologna. Pian si è laureata nel 1990 in fisica all'Università di Bologna e ha ottenuto il dottorato in astrofisica nel 1994 frequentando la Scuola Internazionale Superiore di Studi avanzati di Trieste con una tesi sulla variabilità a più frequenze dei nuclei di galassie attive dotate di potenti getti radio.