Collective movements in animal groups

A SISSA Colloquium on Wednesday 5 April

Collective changes in biological groups require all individuals in the group to go through a behavioral change of state. Sometimes these changes are triggered by external perturbations, as in evasive maneuvers of animal groups under predatory attacks. Often, however, they occur spontaneously and are only due to internal behavioral fluctuations. In all cases, the efficiency of information transport is a key factor to prevent cohesion loss and preserve collective robustness.

On Wednesday 5 April, at the SISSA’s Main lecture room Paolo Budinich starting from 4 p.m., Irene Giardina, from University of Rome, La Sapienza, will give a talk titled "Information propagation and collective swings in biological groups". In the seminar, Professor Giardina is presenting an experimental and theoretical study of collective movements in animal groups. Starting from experimental data on collective turns in starling flocks, the scientist will discuss the mechanism that triggers a collective change (a turn) and grants efficient and fast information propagation through the system. Finally, she will investigate the role of heterogeneities, network unbalance, and boundary effects in initiating a collective change of state. (Image: Pixabay)


I mutamenti collettivi nei gruppi biologici richiedono che tutti gli individui che ne fanno parte vadano incontro a un cambiamento comportamentale. Talvolta questi eventi sono innescati da perturbazioni esterne, come nel caso delle manovre evasive operate da gruppi di animali sotto attacco di un predatore. Spesso, però, accadono spontaneamente e sono causate solamente da fluttuazioni comportamentali interne. In tutti i casi, l’efficienza con cui l’informazione è trasportata è un fattore chiave per prevenire la perdita della coesione del gruppo e preservarne la robustezza.   

Mercoledì 5 aprile presso l’Aula Magna Paolo Budinich della SISSA, a partire dalle ore 16.00, Irene Giardina dell’Università di Roma-La Sapienza, terrà un seminario per presentare uno studio teorico e sperimentale sul movimento degli animali in gruppo. Partendo proprio dai dati sperimentali sulle virate collettive operate da stormi di storni, la Professoressa Giardina discuterà il meccanismo che dà il via a un cambiamento di gruppo e a una propagazione dell’informazione semplice e rapida. Infine, la scienziata tratterà il ruolo dell’eterogeneità, del disequilibrio del network e degli effetti di confine nell’innescare un cambiamento di stato collettivo.

A cura dell'Ufficio Stampa

SISSA

Newsletter

Please click here if you want to subscribe to our newsletter