“Soft” (and miniaturized) robots

Micro-robots will move like biological organisms

Increasingly small robots that carry out their functions even inside the human body. No, this isn't a sci-fi dream but a close possibility. On one condition: the miniaturization of these devices requires them to acquire the same "softness" and flexibility as biological tissues.

This is the opinion of scientists like Antonio De Simone, from SISSA (the International School for Advanced Studies of Trieste) and Marino Arroyo from the Polytechnic University of Catalonia, who have just published a paper in the Journal of the Mechanics and Physics of Solids: taking inspiration from unicellular water micro-organisms, they studied the locomotion mechanisms of "soft robots".

DOWNLOAD > Press release


Robot sempre più piccoli che svolgono le loro funzioni addirittura dentro il corpo umano. Non un sogno fantascientifico ma un orizzonte vicino. A una condizione: la miniaturizzazione di questi dispositivi artificiali richiederà che questi acquistino la stessa "morbidezza" e adattabilità dei tessuti biologici. Così la pensano scienziati come Antonio De Simone, della SISSA (la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste), e Marino Arroyo dell'Università Politecnica della Catalogna che hanno appena pubblicato una ricerca sul Journal of the Mechanics and Physics of Solids: ispirandosi ai microorganismi unicellulari acquatici, hanno studiato i meccanismi di locomozione dei "robot soffici".

DOWNLOAD > Comunicato stampa

SISSA

Newsletter

Please click here if you want to subscribe to our newsletter