Skip to content Skip to navigation

Verso nuovi indicatori di vulnerabilità dei disturbi psicotici

Nuovi scenari per la comprensione dei disturbi mentali

I processi decisionali di soggetti sani con episodi psicotici subclinici sono alterati in maniera simile a quanto accade nei soggetti con schizofrenia. È questo il risultato chiave di uno studio condotto dal laboratorio di Neuroscienze e Società guidato da Raffaella Rumiati della SISSA in collaborazione con la Zayed University di Dubai e pubblicato su Scientific Reports. La ricerca ha esaminato per la prima volta i meccanismi di ricompensa in persone sane con dichiarate esperienze simil-psicotiche, come allucinazioni uditive o mancanza di motivazione, evidenziandone delle alterazioni e identificando così dei possibili indicatori di vulnerabilità per la psicosi.