Skip to content Skip to navigation

Scuola di neuroetica

23 Novembre 2018
La quarta edizione alla SISSA dal 3 al 5 dicembre

Fino a che punto le funzioni del cervello possono spiegare i nostri comportamenti normali o patologici? In che modo le spiegazioni neurobiologiche stanno modificando il concetto di malattia mentale e, quindi, la pratica clinica? Sono questi alcuni degli interrogativi che si affronteranno, usando il caso delle dipendenze, durante la quarta edizione della Scuola di Neuroetica della SISSA, in programma dal 3 al 5 dicembre 2018 presso la sede dell’Istituto.

Tra i vari disturbi del sistema nervoso che stanno spingendo la ricerca di base, la clinica e la riflessione epistemologica, etica e giuridica, le dipendenze costituiscono senza dubbio uno dei casi di studio più interessanti. Non solo si tratta del disturbo di comportamento per cui è disponibile una grandissima quantità di dati sperimentali, ma rappresentano un esempio estremo e paradigmatico dei tratti, delle forze e delle contraddizioni che caratterizzano l’agire umano in generale.

La Scuola è organizzata dal Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze Naturali e Umanistiche della SISSA, dall’Osservatorio sulle tossicodipendenze della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e dal Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo Università di Roma Tre, in collaborazione con la Società Italiana Tossicodipendenze, la Società Italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze e la Società Italiana di Storia, Filosofia e Studi Sociali della Biologia e della Medicina.

Maggiori informazioni