Skip to content Skip to navigation

PRIN 2017: un grande successo della SISSA

Il Direttore Stefano Ruffo: “Orgogliosi del risultato, prova della nostra eccellenza”

“I risultati parlano da soli. Quello della SISSA nei finanziamenti PRIN 2017 è un grandissimo successo, con più di un progetto finanziato ogni tre presentati. Si tratta di una percentuale di affermazione di gran lunga superiore alla media nazionale, maggiore di circa tre volte. È, questo, un esito che ci rende orgogliosi perché sottolinea la qualità della ricerca condotta nella nostra Scuola e la sua capacità unica nel capitalizzare le risorse in progetti sempre nuovi e all’avanguardia. Progetti il cui valore è poi attestato da riconoscimenti come questi”. È così che il Professor Stefano Ruffo, Direttore della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati commenta i risultati ottenuti dai progetti presentati dagli scienziati e dalle scienziate dell’istituto triestino per il conseguimento dei finanziamenti PRIN 2017, i Programmi di Ricerca Scientifica di Rilevante Interesse Nazionale elargiti del Ministero dell’educazione, Università e Ricerca.

“È un successo trasversale, perché sono stati finanziati progetti presentati da tutte le tre aree su cui si focalizza la ricerca e la formazione della SISSA: fisica, matematica e neuroscienze. Su 41 progetti presentanti, ne sono stati finanziati ben 15. Si tratta di oltre il 35%, un risultato di assoluta eccellenza che stacca di diverse lunghezze quello ottenuto da altri istituti e, in generale, quello che alla fine sarà il valore medio di successo”. Il contributo totale del Miur ottenuto con i dieci progetti ammonta a più di 1,5 milioni di euro, che andranno ora a finanziare le ricerche dei vincitori. I quindici progetti finanziati vedono coinvolti gli scienziati e le scienziate della SISSA Aleksandr Azatov, Stefano Baroni, Alessandro Bressan, Domenica Bueti, Davide Crepaldi, Ugo Bruzzo, Paquale Calabrese, Massimo Capone, Gianni Dal Maso, Andrea Gambassi, Stefano Liberati, Gianluigi Rozza, Sandro Sorella, Alessandro Treves, Piero Ullio. Conclude il professor Ruffo: “I risultati ottenuti risultano ancora più importanti alla luce delle dimensioni della SISSA, che ha uno staff scientifico composto soltanto da una settantina tra scienziati e scienziati. Eppure i nostri successi sono tanti, e importanti, a livello nazionale e internazionale. Siamo piccoli, insomma, ma straordinariamente competitivi".