Skip to content Skip to navigation

In assetto da difesa: così Zika protegge parti importanti del proprio genoma

30 Luglio 2020
Una strategia semplice e ingegnosa scoperta grazie alle simulazioni al computer

Per combattere i virus le cellule possono mettere in campo enzimi di difesa che distruggono progressivamente il filamento di genoma virale partendo da uno particolare dei suoi estremi. Contro virus epidemici come Zika, questo meccanismo di difesa purtroppo non funziona perché viene inceppato da punti ben precisi del filamento genomico virale, che oppongono una strenua resistenza assumendo una conformazione “di difesa”. È così che il virus protegge parti importanti del proprio RNA all’interno delle cellule infettate come dimostra un recente studio coordinato dalla SISSA di Trieste e pubblicato sulla rivista Nature Communications.