Skip to content Skip to navigation

Alla SISSA un nuovo ERC sulle onde gravitazionali

Al via il Consolidator grant di Barausse

C’è la gravità al centro della ricerca di Enrico Barausse, fisico ed ex-studente della SISSA appena rientrato a Trieste con un finanziamento da 2 milioni di Euro dello European Research Council - ERC. Il progetto, dal titolo “GRavity from Astrophysical to Microscopic Scales - GRAMS”, ha l’obiettivo di sviluppare e testare nuove teorie gravitazionali che permettano di spiegare fenomeni su piccola e grande scala senza chiamare in causa l’energia oscura, andando così oltre la relatività generale. In particolare, il team di Barausse sfrutterà le osservazioni delle onde gravitazionali acquisite tramite i rilevatori LIGO - Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory e Virgo e prenderà parte a LISA - Laser Interferometer Space Antenna, la missione spaziale dell'Agenzia Spaziale Europea finalizzata alla realizzazione del primo rilevatore spaziale di onde gravitazionali.

Enrico Barausse rientra alla SISSA come professore associato nel gruppo di Astroparticelle dopo aver trascorso circa 10 anni all’estero, negli Stati Uniti, in Canada e poi a Parigi. Grazie al finanziamento quinquennale potrà avvalersi della collaborazione di cinque ricercatori post-doc che si affiancheranno a due studenti di dottorato. Con questo progetto la SISSA raggiunge la quota di 22 finanziamenti ERC ottenuti dalla nascita dello European Research Council, confermando così la sua eccellenza e la sua collocazione ai primi posti tra gli istituti italiani ospitanti, in particolare rispetto alla dimensione ridotta del corpo docente.

Maggiori informazioni sugli ERC alla SISSA sono disponibili qui.

Immagine: NASA/C. Henze