Skip to content Skip to navigation

“L’infinita scienza di Leopardi” e “Le meraviglie della fisica teorica”

11 Ottobre 2019
Un nuovo libro e una conferenza celebrano la figura del professor Giuseppe Mussardo

Due importanti iniziative celebrano la multiforme figura del professor Giuseppe Mussardo, fisico e scienziato della SISSA. Sabato 26 ottobre, il suo nuovo libro dedicato a Giacomo Leopardi e ai suoi interessi scientifici sarà presentato alla libreria Ubik di Trieste a partire dalle 18.30. Scritto con Gaspare Polizzi, uno dei massimi esperti del poeta di Recanati, il libro è “Un viaggio alla scoperta delle grandi passioni scientifiche di Leopardi: il fascino per la volta celeste, la Luna, i suoi astri; l’amore per la chimica e le sue innumerevoli manifestazioni; le riflessioni sull’infinito”.

Dal 23 al 25 ottobre, inoltre, una conferenza intitolata "Le meraviglie della fisica teorica" si svolgerà all'ICTP per celebrare il sessantesimo compleanno dello scienziato e la sua eccezionale carriera. La tre giorni affronterà molti aspetti della fisica teorica e della fisica statistica, campi in cui il professor Mussardo ha dato grandi contributi. Tra questi le teorie quantistiche dei campi bidimensionali, i modelli integrabili ed esattamente risolvibili, gli atomi freddi a dimensione bassa, la computazione quantistica basata sulla topologia, i sistemi quantistici lontani dall’equilibrio e, più recentemente, la connessione tra fisica e teoria dei numeri.

Colleghi, collaboratori e collaboratrici, studenti e studentesse del dottorato di ieri e di oggi del corso di PhD in Fisica Statistica che Giuseppe Mussardo ha promosso alla SISSA dal 2005 e diretto fino al 2015 , si ritroveranno per festeggiarlo assieme ad alcuni tra i massimi scienziati mondiali nel campo della fisica statistica e della matematica. Tra questi: John Cardy, vincitore del premio Onsager, della medaglia Boltzmann e della medaglia Dirac, Alexander Zamolodchikov, vincitore del premio Onsager e della medaglia Dirac, e Don Zagier, vincitore del Cole Prize nella Teoria dei Numeri. 

Comunicato stampa