MODELLI MATEMATICO-FINANZIARI PER "ASSET ALLOCATION OPTIMIZATION"

TECNOLOGIA

In matematica finanziaria è ben noto il metodo di Markowitz per ottimizzale l’asset allocation rendendo minimo il rischio a parità di rendimento atteso. Il limite di questo approccio sta nel fatto che il rischio è misurato dalla volatilità del portafoglio che tiene conto del processo stocastico degli asset sottostanti solo in approssimazione gaussiana. In realtà sono presenti  importati effetti non gaussiani, quali skewness, curtosi e code grasse che impongono una generalizzazione del metodo standard.  Come misura di rischio  si usa invece il conditional VAR o l'expected shortfall. La metodologia messa a punto dal prof. Reina consente una trattazione piu' realistica del rischio ed infatti i portafogli ottimizzati in tal modo hanno una performance superiore a quelli ottimizzati con il metodo standard. Le procedure di ottimizzazione in questione sono più complesse e richiedono l'uso intensivo di calcolo parallelo e delle risorse oggi disponibili offerte dall’High Performance Computing (HPC) ai fini ci contenere I tempi di calcolo entro limiti ragionevoli. Il metodo  incorpora anche l'implementazione del modello di Black-Litterman  al fine di tenere conto delle previsioni dell'investitore circa l'andamento futuro dei mercati.

APPLICAZIONI

Matematica finanziaria e asset allocation optimization.

REFERENTE SCIENTIFICO

Prof. Cesare Reina