Oxytocin in the recognition of emotions

The “social” neuropeptide plays a role in facial mimicry

Studies have demonstrated that oxytocin (which acts as an hormone and also as a neurotransmitter in the brain) plays a role in facilitating the perception of emotions in other people’s facial expressions. An international study conducted by Sebastian Korb (researcher in the SISSA’s Neurosciences area) and colleagues has tested the idea that this phenomenon is related to facial mimicry. According to embodied cognition theory, in fact, the recognition of others’ emotions is facilitated by their imitation and reproduction with our own face. The study confirms this facilitating effect, which proves to be more pronounced for expressions conveying negative emotions (anger, distress), especially when seen on the face of a child.

DOWNLOAD > Press release


Alcuni studi hanno mostrato che l’ossitocina (che agisce come ormone ma anche sul cervello come neurotrasmettitore) ha un ruolo nel facilitare la percezione delle emozioni nelle espressioni del viso altrui. Uno studio Internazionale condotto da Sebastian Korb (ricercatore nell’area di neuroscienze della SISSA) ha messo alla prova l’idea che questo fenomeno sia collegato all’imitazione facciale. Secondo le teorie dell’embodied cognition infatti il riconoscimento delle emozioni altrui è agevolato dalla loro imitazione, e cioè dalla loro riproduzione sul il nostro stesso viso. Lo studio conferma l’effetto di facilitazione, che si dimostra più marcata per le espressioni che veicolano emozioni negative (rabbia, tristezza), specie quando osservate sul viso di un bambino.

DOWNLOAD > Comunicato stampa

SISSA

Newsletter

Please click here if you want to subscribe to our newsletter