SISSA at the top of Italian research

Physics and mathematics areas among the best departments

The Physics and Mathematics areas of the International School for Advanced Studies (SISSA) of Trieste are among the best 350 departments in the Italian university system. As a result of this ranking, they will have access to the funding of 180 departments with almost 300 million euros beginning in 2018. The ranking was compiled on the basis of the evaluation of research quality (VQR) released by ANVUR – the National Agency for the Evaluation of the University and Research Systems.

«We are very happy with the results. Assignment of the top positions to our Physics and Mathematics areas confirms the excellent outcome of the VQR and gives us access to substantial funding – up to 6 million Euros for each 5-year project – to develop innovative and interdisciplinary ideas» declares Stefano Ruffo, SISSA director. «We regret however that the Neuroscience area, despite its outstanding achievement in the VQR, was left out of the ranking due to its limited size».

In the ranking of the so-called schools of excellence (Sant’Anna and the Scuola Normale in Pisa, IUSS in Pavia, IMT in Lucca, GSSI in L’Aquila), only departments with at least 20 faculty members were considered. The SISSA Neuroscience area includes 17 faculty.

«This is our main experimental area and it would have greatly benefited from such funding. It is a fast-growing, young department which includes the winners of four European Research Council (ERC) grants, two Human Frontier Science Program (HFSP) grants, and one within the Graphene Flagship Initiative» Ruffo continues. «This support to departments represents an important opportunity for Italian research centers. It is the first significant, merit-based funding to be added to the standard operating budget (known as FFO in Italian). More flexibility is necessary for universities like ours that prioritize research and recruitment quality over the faculty size».

DOWNLOAD > Press release


Le aree di fisica e matematica della SISSA di Trieste rientrano tra i migliori 350 dipartimenti di ricerca ammessi alla procedura di selezione che dal 2018 ne finanzierà 180 per quasi 300 milioni di euro. La graduatoria è stata stilata in base all’ultima valutazione della qualità della ricerca (VQR) dell’ANVUR, utilizzando l’Indicatore standardizzato di performance dipartimentale (ISPD).

«Siamo molto contenti dei risultati che, con l’attribuzione del massimo punteggio alle aree di fisica e matematica, confermano l’eccellente valutazione ottenuta dalla VQR e ci danno accesso a importanti finanziamenti – fino a 6 milioni di euro in 5 anni a progetto –  per sviluppare idee innovative e interdisciplinari» dichiara Stefano Ruffo, direttore della SISSA. «Siamo però dispiaciuti che l’area di neuroscienze, pur rientrando tra le eccellenze, sia rimasta esclusa da questa possibilità per la sua dimensione ridotta.»

La valutazione delle Scuole Superiori (Sant’Anna e Scuola Normale di Pisa, IUSS di Pavia, IMT di Lucca, GSSI dell’Aquila) ha infatti compreso unicamente i dipartimenti con un minimo di 20 docenti, mentre l'area di neuroscienze della SISSA ne ha al momento in forza solo 17.

«Si tratta della nostra principale attività sperimentale che quindi avrebbe giovato maggiormente di un tale supporto. È un'area giovane e in forte espansione che vanta tra i suoi docenti vincitori e vincitrici di importanti finanziamenti, tra cui quattro grant dello European Research Council (ERC), un progetto dell’iniziativa Flagship Grafene e uno dello Human Frontier Science Program (HFSP)» continua Ruffo. «I finanziamenti dei dipartimenti di eccellenza rappresentano una grande opportunità per i centri di ricerca italiani. È il primo contributo importante aggiuntivo al Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO). Ci vorrebbe forse maggiore flessibilità per le Scuole Superiori come la nostra che privilegiano la qualità della ricerca e del reclutamento rispetto alla dimensione del corpo docente».

DOWNLOAD > Comunicato stampa

A cura dell'Ufficio Stampa

SISSA

Newsletter

Please click here if you want to subscribe to our monthly newsletter