Beyond excellence

At SISSA a celebratory event for the ERC 10th anniversary

March 17th at 9.00 am
SISSA, “P. Budinich” Main Lecture Hall

«Europe should do more and not only for ground-breaking research». Giorgio Parisi, theoretical physicist at the University of Rome “La Sapienza”, winner of the Dirac medal in 1999 and the Boltzmann medal in 1992, uses the celebration of the 10th anniversary of the European Research Council (ERC) to encourage the European Union «to push governments to support research funding beyond the subsidence level, in order to allow all European scientists – and not only, for example, those from Germany and Scandinavian countries – to keep doing top-level science». Parisi will present the key points of his vision of research policy during an event planned for March 17th at SISSA in Trieste. “ERC DAY” will offer a good opportunity to take stock and define potential developments of the European body that has been funding the best scientists for frontier projects over the last 10 years. «ERC grants» Parisi continues «are definitely a positive tool, but they are not enough in countries like Italy. Leading-edge science can succeed only with the support of small-scale, bottom-up research».

DOWNLOAD > Press release

DOWNLOAD > Programme

WATCH > LIVE STREAMING


17 marzo, ore 9.00
SISSA, Aula Magna “P. Budinich”

«L’Europa dovrebbe fare di più. E non solo per la ricerca d’eccellenza». Giorgio Parisi, fisico teorico dell’Università La Sapienza di Roma, medaglia Dirac 1999, medaglia Boltzmann 1992, uno degli scienziati più importanti al mondo, coglie l’occasione della celebrazione dei dieci anni dello European Research Council (ERC) per invitare l’Unione europea «a fare pressione sui governi perché mantengano i finanziamenti alla ricerca oltre il livello di sussistenza, in modo da garantire a tutti gli scienziati del vecchio Continente – e non solo, ad esempio, a quelli di Germania e Paesi Scandinavi – di poter continuare a fare scienza di alto livello». Parisi descriverà i punti chiave della sua visione della politica della ricerca nel corso di un evento in programma il prossimo 17 marzo alla SISSA di Trieste. L’”ERCDAY” è un appuntamento organizzato per fare un bilancio e contribuire a delineare possibili sviluppi dell’organismo europeo che ormai da dieci anni finanzia i migliori ricercatori per progetti di frontiera. «I grant ERC sono sicuramente uno strumento molto positivo, ma non sono sufficienti in Paesi come l’Italia. La scienza di punta può funzionare solo con il supporto di una ricerca di base diffusa» continua Parisi, sottolineando l’importanza di programmi scientifici su scala più piccola, e “dal basso”.

DOWNLOAD > Comunicato stampa

DOWNLOAD > Programme

WATCH > LIVE STREAMING

A cura dell'Ufficio Stampa

SISSA

Newsletter

Please click here if you want to subscribe to our monthly newsletter