Skip to content Skip to navigation

Così il nostro cervello disegna il mondo che ci circonda

I ricercatori della SISSA fanno luce sui meccanismi che permettono la combinazione dei diversi segnali sensoriali e la loro memorizzazione

Come vengono elaborati i segnali acquisiti dai nostri sensi al fine di fornirci una rappresentazione del mondo che ci circonda? Questa domanda, posta per la prima volta ormai più di un secolo fa, può trovare ora nuove risposte, grazie a recenti approcci sperimentali che rendono la sfida di studiare le rappresentazioni sensoriali più entusiasmante che mai. Alcuni ricercatori della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati - SISSA hanno recentemente svelato il ruolo di una regione cerebrale, nota come corteccia parietale posteriore, nella percezione. In particolare hanno dimostrato come quest’area permetta l’integrazione dei segnali acquisiti mediante diverse modalità sensoriali e la formazione dei ricordi degli stimoli ricevuti. I risultati sono stati recentemente pubblicati sulle riviste Neuron e Nature.