Skip to content Skip to navigation

Periciti capillari: modulatori di potenza cerebrale in salute e malattia

Un seminario di David Attwell, Jodrell Professor of Physiology a UCL

7 giugno, ore 12
SISSA, Aula 004

Il flusso sanguigno cerebrale è regolato in modo da garantire la potenza necessaria al calcolo neuronale, facendosi più intenso nelle aree in cui i neuroni sono attivi. Questo aumento è alla base della tecnica di imaging cerebrale non invasiva nota come risonanza magnetica funzionale - fMRI. Il flusso ematico è controllato a livello delle arteriole dalla muscolatura liscia, ma non è ancora chiaro se a livello capillare sia regolato anche dai periciti. David Attwell, Jodrell Professor of Physiology a University College London (GB), mostrerà che l'attività neuronale aumenta il flusso sanguigno cerebrale dilatando i capillari principalmente tramite i periciti, che questo avviene attraverso l’attivazione degli astrociti e che la dilatazione dei capillari e delle arteriole è mediata da messaggeri differenti. L'ischemia porta alla costrizione e morte dei periciti, e quindi a una riduzione prolungata del flusso sanguigno, facendone un possibile bersaglio terapeutico in caso di infarto. Attwell mostrerà inoltre come eventi simili si verifichino nella malattia di Alzheimer.